slideshow_01
slideshow_02
slideshow_03
slideshow_04
slideshow_05

In vetrina

albachiara

paesaggio e cartellina piccola

Con "Albachiara giovani in viaggio per una società responsabile", progetto promosso dal Gruppo Abele e dall'assessorato alle politiche giovanili della provincia di Pistoia, e finanziato dal Ministero della Gioventù, lavoriamo a livello locale e nazionale per dare vita a una rete - un sistema di relazioni - in cui giovani, insegnanti, educatori, amministratori locali, associazioni, istituzioni, ciascuno nel proprio territorio, siano messi in condizioni di creare percorsi di cittadinanza attiva, sviluppare partecipazione e promuovere il cambiamento sociale
Essere parte della rete nazionale Albachiara ci da l' opportunità di organizzare per i ragazzi del nostro territorio diverse attività che sono previste dal progetto.

laboratoriI laboratori:
abbiamo attivato una serie di laboratori rivolti ai giovani della provincia di Belluno sui temi della cittadinanza e della partecipazione, con l’obiettivo di creare i presupposti per la realizzazione e la diffusione di buone prassi per promuovere la cittadinanza attiva e la partecipazione giovanile sia a livello locale che  nazionale. Sono state coinvolte diverse aree e gruppi di giovani del territorio : in Agordino  la Consuta giovani,  nel Feltrino un gruppo informale di ragazze che frequentano Istituto Canossiano,  a Belluno un gruppo informale di giovani facente capo allo Spazio Giovani  del Comune di Belluno; c’è stato poi un forte coinvolgimento della rete “Scuole in rete per un mondo di solidarietà e pace” rete di istituti scolastici della provincia di Belluno che hanno percorso con noi più di una tappa del viaggio di Albachiara.

lavori-di-gruppoAmbasciatori dell'alba
: dal 24 al 27 Agosto 2011 nel Parco di Capo Peloro, nella città di Messina, si è svolto il primo appuntamento di Albe Mediterranee quattro giorni di incontri e approfondimenti organizzati nell’ambito dell’Horcynus Festival. Il progetto “Albachiara”, ci ha dato la possibilità di partecipare a questo evento.Difficile è nella quotidianità di ognuno di noi trovare la concreta possibilità di esprimersi e confrontarsi con l'altro su tali tematiche, per questo la dimensione di questo viaggio mirato a creare incontro ed aggregazione ha assunto un significato superiore.
Abbiamo anche visitato la cooperativa di Libera terra Beppe Montana. Qualcuno diceva: "viaggiare non è vedere posti nuovi ma avere nuovi occhi". Il viaggio a Messina ci ha offerto in realtà entrambe le prospettive. Abbiamo visto posti nuovi e siamo tornati con occhi nuovi e con una consapevolezza rinnovata verso temi come la mafia, lo sfruttamento, il malgoverno e le relative contromisure sociali: le cooperative che lavorano per ridare vita ai terreni confiscati alla malavita ma soprattutto per restituire dignità e onestà al lavoro.

campus montecatini_2011Campus di Montecatini: Quest’anno al Campus si è parlato di responsabilità e diritti, concetti fondanti di una compiuta cittadinanza. E l’esercizio della cittadinanza, nei suoi molteplici aspetti, è sempre stato al centro delle riflessioni di Albachiara. Cittadini non si nasce ma si diventa è infatti il Manifesto scaturito dai lavori del primo Campus di Montecatini del 2004 e segna l’inizio di questa avventura.
Cittadini non si nasce ma si diventa, perché la cittadinanza di cui parla la nostra Costituzione non è solo una formalità, è una condizione sostanziale da raggiungere e mantenere attraverso un percorso di impegno, di partecipazione e di responsabilità quotidiani.
Da Belluno siamo partiti più di 40, studenti delle “Scuole in Rete per un mondo di solidarietà e pace” + Silvia, Sandro, le Ilarie, Giovanna, Enrico…fedeli ambasciatori dell’Alba.
Laboratori, racconti di vita, spettacoli, cinema, le  immancabili testimonianze di Don Ciotti e del giudice Caselli.

robin lim eroe dell'anno

ibu robin lim1

Robin Lim, che Samarcanda sostiene attraverso le sue donazioni, è stata eletta Eroe dell'anno dalla famosa emittente CNN.
Grazie a questo premio l'associazione Yayasan Bumi Sheat potrà continuare le sue attività a Bali e Aceh.
Il voto per Robin Lim favorisce la nascita gentile e la sopravvivenza di mamme e bambini.

Guarda il video della premiazione!

vittima nelle piantagioni di banane

banana_bio_am

 

È di pochi giorni fa la notizia della morte di Miguel Angel González Ramírez, un sindacalista assassinato a colpi d’arma da fuoco, la cui unica colpa è stata quella di lavorare per il sindacato dei lavoratori di una piantagione di banane nella regione di Izabal in Guatemala. Lo riferisce Sitrabi, el Sindicato de Trabajadores Bananeros de Izabal (http://www.sitrabi.org/ e http://www.usleap.org/).

Leggi tutto...